The Second Version

19/01/11

La Patata Tira, Mica Spinge

I nemici di Berlusconi - questa volta alleati con la magistratura che da tempo si propone come primus inter pares dei poteri dello stato - tornano alla carica con una nuova vagonata di accuse di rapporti sessuali con minorenni per tentare di mettere Berlusconi sotto processo.

Perché faccio un'affermazione tanto categorica? Perché ritengo che sia vera. Di relazioni sessuali (con o senza sentimenti) fra maggiorenni più vecchi di 21 anni e minorenni ce ne sono tante in Italia, e tante alla luce del sole - anche davanti agli occhi di agenti di polizia. Eppure nulla succede (tranne quando la storia diventa notizia, tipo professoressa & studente).

Però nel caso di Berlusconi diventa un fatto d'interesse nazionale, che deve essere perseguito fino in fondo. Il perché è ovvio.

Almeno uno dei due; l'altro è quella strana idea di uguaglianza che si sta diffondendo, secondo la quale i politici e le alte cariche dello stato devono essere uguali ai comuni cittadini di fronte alla legge quando si tratta di farsi processare, ma non sono più uguali quando si tratta di avere una vita privata.

Questa vicenda è un trasparente tentativo di ottenere per vie superficialmente legali, ma in realtà quasi golpiste, quello che i nemici di Berlusconi non riescono ad ottenere con le elezioni.

Secondo me, un bel po' di uomini italiani, di destra e sinistra, vorrebbe avere cotanto ben di dio a disposizione e passare le notti come fanno Berlusconi ed associati.

Anche la narrativa delle "ragazze minorenni" lascia il tempo che trova: saranno minorenni, ma non innocenti se lavorano come "escort" - perché non penso che le ritardate mentali vengano assunte in quei posti.

Tutto senza nemmeno toccare l'ovvia arbitrarietà dei limiti d'età per i rapporti sessuali legali.

Non so dove andrà a finire questa storia, ma non credo che avrà molto effetto sui sostenitori di Berlusconi: non è la prima che egli è stato accusato di nefandezze assortite, eppure continua a vincere elezioni.

Sono curioso, la magistratura avrebbe i coglioni di mandare le forze dell'ordine ad arrestare un Presidente del Consiglio in carica? Chi sarebbe disposto ad eseguire l'ordine? L'esercito - ed il popolo - starebbero a guardare?

Grazie ad Uriel, che sta diventando una musa ispiratrice. E questo un po' mi spaventa!

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page