The Second Version

31/01/11

Precisazioni

Qualcuno potrebbe pensare che io sia un berlusconiano di ferro, visto il mio penultimo articolo.

No, non lo sono. Berlusconi è un vecchio arrapato, viscido e poco onesto. Non so quanto egli sia davvero liberale nei suoi pensieri, però sono sicuro che Berlusconi non ha molta familiarità con i filosofi del pensiero liberale*. Però per coincidenza gli interessi di Berlusconi corrispondono in buona parte con quello che è bene, o almeno non male per l'Italia intera.

Non sono berlusconiano; ma gli anti-berlusconiani spesso sono preoccupanti. Si va dai magistrati con la loro convinzioni di essere i predestinati a guidarci in una nuova era di giustizia e moralità, a persone normali che però quando parlano di Berlusconi sputano bile come fossero estremisti islamici: lo stesso tipo di persone che incita a bruciare la strega sul rogo.

Un argomento che mi irrita particolarmente è che l'Italia non avrebbe credibilità internazionale, con Berlusconi alla guida.

Davvero?

Un primo fatto è che a molte altre nazioni del mondo non gliene frega sostanzialmente una cippa delle avventure notturne di Berlusconi. Per esempio, quelle storie sono arrivate fino in Indonesia, ma non hanno prodotto pressochè alcuna reazione: sarà che qui tengono banco il caso Gayus, od il caso dei video porno di Ariel**

Il secondo e più importante fatto è che l'importanza di una nazione non è funzione della rettitudine dei suoi leader, ma della forza economica e militare che una nazione può e vuole mettere in campo. La storia è piena di leader folli o depravati che però avevano il controllo di grandi forze economiche e militari, e chi non li ha presi sul serio in genere ha preso delle legnate.

Putin, tanto per fare il nome di qualcuno con un certo peso sulla scena internazionale, sembra prendere Berlusconi sul serio.

Sono più che altro gli italiani all'estero perennemente indignati per questo o quello che si inalberano per ogni mossa di Berlusconi - e sono così facili da minipolare.

*Sappiamo che la lettura non è il passatempo preferito del Silvio.

** Un cantante pop che è finito nel mirino dei "poteri forti" e degli estremisti islamici per i suoi video con un paio di altre tipe famose.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page