The Second Version

02/06/11

Idee Decenti

Finalmente qualcuno con un po' di visibilità politica fa una proposta sensata:
[...]Matteo Renzi. Che ha presentato ufficialmente durante una conferenza stampa in Palazzo Vecchio la prima legge di iniziativa popolare per inserire nel codice penale il reato di «omicidio stradale» e ha dato il via alla raccolta di firme.
Come al solito, bisogna vedere i dettagli della proposta, e come andrà a finire un'eventuale discussione in parlamento, ma l'idea di introdurre un reato specifico per gli omicidi commessi da chi guida in stato alteratonon mi sembra male.

Sicuramente meglio che allargare la definizione di omicidio volontario, come invece è stato tentato di recente.

Però bisogna ricordare che una persona può mettersi alla guida anche senza patente; la minaccia del ritiro a vita - contenuta nella proposta di legge - può essere un deterrente per alcuni ma non per tutti.

La proposta di legge (PDF) in sè ha alcuni punti che non mi piacciono molto: inizia con
Il fenomeno dell’infortunistica stradale ha ormai raggiunto livelli di pericolosità non più contrastabili con l’attuale quadro normativo.
Che ha quel tono allarmato da "Emergenza, emergenza!" - mentre secondo l'ISTAT (PDF) dal 2000 al 2008 almeno gli incidenti stradali sono diminuiti in maniera considerevole.

Poi continua con:
Negli ultimi anni si è assistito a coraggiosi tentativi di giudici che hanno cominciato ad inquadrare non come non colposo l’omicidio riconducibile all’infortunistica stradale[...]
Che per me non è coraggio, ma volontà di piegare la legge all'indignazione morale del popolino.

Comunque, non è un inizio orribile.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page