The Second Version

08/06/07

E Poi Ci Si Lamenta

PALERMO - Un insegnante per punire l'alunno che fa il 'bullo' in classe lo obbliga a scrivere cento volte 'Sono un deficiente' sul quaderno. Ma il genitore del ragazzo l'ha denunciata. E adesso il pm ha chiesto per la professoressa la condanna a due mesi di carcere, pena sospesa, per abuso di mezzi di correzione.
Certo, si tolgono agli insegnati tutti i poteri di punizione e correzione; si lascia che vengano licenziati, denunciati e condannati per un nonnulla... e dopo ci si lamenta anche che la scuola stia andando alla sfascio?

Servono autorità e discplina per educare i giovani - certamente entro limiti di buon senso, ma senza di esse le cose non migliorano di certo. Ed i soliti noti continueranno a cascare dal pero e meravigliarsene.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page