The Second Version

11/09/08

Marketing Scientifico

Su Progetto Galileo, il mio "collega" fabristol, studente di dottorato, scrive:
[...]Ormai per avere fondi nella ricerca bisogna sempre sottolineare che quella ricerca potrebbe avere ricadute su importanti malattie per esempio, o su ipotesi che piacciono al grande pubblico (vita su Marte e’ un esempio lampante). Per esempio per l’esperienza che ho io (biomedica farmacologica) se non nomini malattie come schizofrenia, alzheimer, cancro ecc. non vai da nessuna parte[...].
Ora, non è forse plausibile che una cosa simile accada anche nel campo della scienza del clima? Non potrebbe accadere che ricerche sensazionali e previsioni catastrofiche facciano più presa su chi tiene i cordoni della borsa?

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page