The Second Version

02/03/07

Gli Americani Cattivi

Ieri sera ho guardato parte di un documentario (su RaiDue) che fra le altre cose parlava di uno dei fatti più orribili della Seconda Guerra Mondiale: il suicidio di massa di Saipan.

Saipan è un'isola nel Pacifico Centrale a distanza strategica dal Giappone, e per questo si è trovata ad essere un obbiettivo importante durante la guerra. Dopo furiosi combattimenti, gli americani hanno offerto la resa ai giapponesi rimasti, militari e civili che si erano barricati nelle grotte e bunker dell'isola.

Ma questi giapponesi, dal primo all'ultimo, erano stati profondamente indottrinati. Non solo a credere di dover dare la vita per l'Impero (che fino ad un certo punto non è cosa malvagia, penso), ma anche a credere che gli americani li avrebbero uccisi tutti in modo atroce - una testimonianza parla di "schiacciati dai cingoli dei carri". Così, la maggioranza di quelle persone - diverse migliaia - hanno deciso di suicidarsi. Molte donne si sono lanciate in mare dalle scogliere con i loro bambini in braccio, ed una giovane ragazza racconta di come la sua famiglia si sia radunata intorno ad un sergente che ha poi fatto esplodere una bomba a mano - lasciando lei come unica superstite.

Questo è l'effetto velenoso della propaganda, delle bugie e dello spargere odio. E se pensate che quei tempi siano passati, riconsiderate: ci sono tribù del Pakistan (o era Afghanistan... un momento di dubbio) rurale che hanno rifiutato la vaccinazione antipolio dei bambini perchè convinte che sia un complotto israelo-americano per sterilizzare i mussulmani. Ci sono arabi che odiano gli ebrei perchè convinti, dall'indottrinamento di TV, giornali e moschee, che gli ebrei davvero usino sangue di bambini arabi per confezionare il loro cibo. E per dire il vero, ci sono anche occidentali che ritengono tutti i mussulmani siano marchiati da Satana e quindi irrecuperabili.

E' per questo che le ipotesi di complotto, anche quelle all'apparenza innocenti come dei falsi sbarchi sulla Luna, sono pericolose: creano un clima di sfiducia, avversione ed ostilità che è già dannoso di suo, ma nel quale possono crescere mostri ancora peggiori.
Non voglio censurarle od impedirne la divulgazione, ma mi appello al senso di responsabilità delle persone. Pensateci bene, prima di dire certe cose.

Etichette: ,

2 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page