The Second Version

30/03/07

Il Manifesto di Mario Rossi

Versione tradotta ed italianizzata del "John Doe Manifesto" di Michelle Malkin.


Caro Terrorista islamico/Pianificatore/Finanziatore/Fiancheggiatore/Difensore,

Tu non mi conosci, ma io sono in allerta per te. Tu sei mio nemico, ed io sono il tuo.

Io sono Mario Rossi.

Io viaggio sul tuo stesso aereo; sul tuo stesso treno. Io aspetto alla tua stessa fermata d'autobus; frequento la tua stessa via. Io sono con te in metropolitana e sull'ascensore.

Io sono il tuo vicino, io sono il tuo cliente. Io sono il tuo compagno di classe, io sono il tuo capo.

Io sono Mario Rossi.

Io non dimenticherò mai l'esempio dei passeggeri del Volo AA93, che rifiutarono di farsi assassinare nel nome dell'Islam senza combattere.

Io non dimenticherò mai i passeggeri (uno di loro italiano, NdT) ed i membri dell'equipaggio del Volo American Airlines 63, che affrontarono ed immobilizzarono il dinamitardo di al-Quaida Richard Reid prima che potesse far esplodere l'aereo sopra l'Oceano Atlantico.

Io non dimenticherò mai l'attenzione dell'attore James Woods che nell'agosto 2001 informò una hostess dello strano comportamento di alcuni uomini arabi che stavano volando in prima classe con lui. Quegli uomini erano i dirottatori dell'11/9 che si stavano esercitando.

Io segnalerò alle autorità i comportamenti sospetti. Io parlerò quando vedrò qualcosa.

Io sono Mario Rossi.

Io protesterò contro i vostri "studiosi" anti-americani ed anti-ebraici.

Io mi esprimerò contro i vostri leader religiosi che fomentano odio.

Io farò sentire la mia voce contro la vostra oppressione delle donne e minoranze religiose.

Io affronterò i vostri tentativi di indottrinare i miei figli nelle scuole.

Io contrasterò la vostra propaganda di violenza su Internet.

Io sono Mario Rossi.

Io sosterrò le iniziative delle forze dell'ordine per spiare sui vostri agenti, tagliare i vostri finanziamenti e sgominare le vostre congiure assassine.

Io mi opporrò ai tentativi di aprire i nostri confini e rilassare le leggi sull'immigrazione.

Io resisterò all'imposizione della sharia nei ristoranti, nei centri sportivi, nel Parlamento, intorno ai nostri monumenti, radio e televisione, e tutti gli spazi pubblici.

Io non mi lascerò censurare nel nome della tolleranza.

Io non mi piegherò ai vostri finti moderati gruppi di pressione; io non piangerò davanti al vostro strillare "profilamento" ed "islamofobia".

Io metterò la sicurezza della mia famiglia davanti alla sensibilità; io metterò la mia patria davanti al multiculturalismo.

Io non mi sottometterò, io non mi lascerò intimidire.

Io sono Mario Rossi


Nota sulla traduzione: John Doe è il nome generico americano per indicare una persona qualsiasi (usato anche per i morti ed altre persone non identificate); alcune locuzioni inglesi non sono traducibili letteralmente in italiano, per cui lo ho rese con perifrasi o anche liminate se non va a scapito del significato globale dell'articolo. Per finire, ho anche modificato od eliminato i riferimenti a specifiche situazioni americane.

Note: On 28/03, I wrote to Michelle Malkin asking for autorization to publish this article. I have received no reply yet, so I'll consider this silence to be a consent. If Ms. Malkin herself or the copyright owner will think their rights have been infringed, I ask them to notify me and the offending material will be removed.

Etichette: , ,

1 Commenti:

  • E’ il manifesto di un mondo libero, che vuole restare tale.

    Copierò la versione originale per inserirla nel mio blog (senza chiedere il permesso a Michelle Malkin che figurerà come autrice). Nel contempo inserirò un link al tuo post, qualora i miei rarissimi visitatori desiderino leggerne una versione tradotta e italianizzata.
    Grande!
    Saluti

    Di Blogger Fosca, Alle 1/4/07 12:57  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page