The Second Version

13/09/07

Risposte, Risposte

L'iniziativa di Beppe Grillo, il Vaffanculo-day, ha causato qualche scossone nel mondo politico. Io non me ne sono stupito molto; non si faceva qualcosa del genere già nei Saturnali di secoli fa?

Poi ci sono troppo differenze fra me e Grillo perchè io possa sostenere completamente le sue iniziative - che sono spesso estremamente populiste, al limite della demagogia.

Comunque, ecco quello che penso delle sue proposte.

Non eligibilità delle persone condannate in secondo grado. NO, secco.
Il motivo primario è che in Italia esistono i reati d'opinione; sì, vengono chiamati in modo diverso e spacciati come iniziative contro il razzismo eccetera - ma anche se ricoperta da un sottile strato d'oro la pillola rimane un potente purgante. E' perfettamente possibile, qui, ricevere una condanna definitiva solo per avere espresso opinioni che qualcuno ritiene offensive: questo potrebbe facilmente escludere dalla politica molti personaggi "scomodi".

Limite ad una sola legislatura. Non c'è speranza che passi.
E non sono nemmeno sicuro sia un'idea saggia. Bisognerebbe invece disincentivare la politica come professione, ed andare (tornare?) verso i politici tempo parziale.

Ritorno al voto di preferenza nominale. SI
Anzi, ancora di più: spostare il sistema dal voto per il partito al voto per l'individuo.

Etichette: , ,

1 Commenti:

  • Molto d'accordo con te sui primi due punti; sul terzo, fatta la legge ... Com'era prima, favori in cambio di voti di preferenza.
    In generale valuto il Grillo per quello che è : un sintomo non una causa.
    ciao, Abr

    Di Blogger Abr, Alle 18/9/07 13:58  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page