The Second Version

08/01/08

Un Altro Cittadino Coraggioso

Che però è andato fuori dai limiti:
Caioli, 30 anni, era stato aggredito dai due rapinatori a volto coperto mentre stava rientrando in casa. Sotto la minaccia dell'arma è stato costretto a farli entrare, dove è stato legato e immobilizzato assieme alla convivente. Ma approfittando di un momento di distrazione di Frerè, che assieme al complice aveva aperto la cassaforte e si era impossessato di 10 mila euro, aveva ingaggiato con il rapinatore una colluttazione. I due rapinatori sono allora fuggiti, Caioli li ha inseguiti sulle scale e ha sparato due colpi. In attesa dell'esito dell'autopsia, il magistrato ha disposto anche una serie di altri accertamenti per valutare se l'ipotesi di reato possa essere derubricata in eccesso colposo di legittima difesa.
Liberarsi, reagire, disarmare uno dei rapinatori e metterli in fuga è degno di lode. Ma sparare ai rapinatori in fuga - per quanto comprensibile, e per quanto la società non sia certo peggiore ora che un pluripregiudicato è andato all'altro mondo - va oltre i limiti della legittima difesa.

Però anche l'accusa di omicidio volontario va oltre i limiti del buonsenso e della giustizia. Eccesso di legittima difesa è fin troppo.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page