The Second Version

16/10/11

Tattica di Piazza

Una delle basi della guerra asimmetrica è - per la parte in svantaggio logistico/materiale - il mescolarsi il più possibile ai civili in modo da mettere in difficoltà le forze nemiche.

Che in questo modo si trovano sempre di fronte al dilemma: agire e causare danni collaterali, o fare nulla e subire gli attacchi nemici?

E' una tattica vecchia, e ben conosciuta perchè ne hanno scritto diversi importanti personaggi - uno fra tutti Mao Tze Tung con la sua famosa metafora dei pesci nell'acqua.

Ora, i Black Block - o come diavolo li volete chiamare - magari non saranno tanto intelligenti, ma secondo me dimostrano una discreta conoscenza delle tattiche di guerriglia e delle azioni "a sciame" (concentramento-attacco-dispersione prima che il nemico monti una reazione organizzata). Anche le azioni a sciame sono roba vecchia, se non erro già Giulio Cesare le aveva dovute affrontare in Spagna.

Viste le premesse, quale sarà la conclusione?
Abbastanza ovvia: è possibile - non dico sicuro, eh - che i Black Block si siano mescolati ai manifestanti (più o meno) pacifici* in modo deliberato, per mettere in difficoltà le forze dell'ordine.

Naturalmente questo è successo quando i Black Block sono stati caricati, perchè quando si ha l'inizitiva non ci si ritira; è quando il nemico reagisce che mescolarsi con i civili diventa utile.

E sembra che il trucco sia riuscito bene, perchè ora le forze dell'ordine vengono criticate allo stesso tempo per non avere attaccato i Black Block e per avere coinvolto anche manifestanti pacifici.

Non è facile proporre tattiche valide per fronteggiare le azioni a sciame, anche perchè le forze dell'ordine si trovano davanti al grosso ostacolo del non poter usare forza letale. Un'idea dalla quale partire sarebbe una forza di reazione rapida che si sposta con APC in grado di resistere al lancio d'oggetti e sfondare barricate leggere, così da manovrare più velocemente degli attaccanti e bloccarli o comunque condurli verso aree di intrappolamento dove si trovano rinforzi meno mobili.

Ma tutto questo richiede mezzi ed attrezzature, e soprattutto addestramento adeguato. E sono sicuro che a qualcuno non piacerebbe.

Aggiornamento 17/10: Dal Corriere di oggi:
Il primo attacco parte alle 14,35 nel supermercato Elite e diventa una sorta di prova generale di quello che accadrà in seguito. Sono circa cinquanta, agiscono indisturbati. L'ordine impartito dal questore Francesco Tagliente vieta di intervenire all'interno del corteo per non mettere a rischio l'incolumità di chi sta sfilando. Da lì in poi è una violenza che cresce. Ma sempre con azioni estemporanee che portano piccoli gruppi a uscire dal serpentone e rientrare subito dopo, evidentemente consapevoli che in questo modo le forze dell'ordine non possono fermarli.
Io l'avevo detto.

* Urlare "Servi" e "Vergogna" a poliziotti con le loro gatte da pelare non è il modo migliore per incoraggiare relazioni pacifiche. Un po' come apostrofare i mussulmani con "adoratori di un cammelliere pedofilo".

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page