The Second Version

06/02/08

Come Perdere un Cliente

Oggi ero al supermercato per comprare un paio di cose, quando ho notato nello scaffale della birra alcune bottiglie mai viste prima. Sono sempre pronto ad assaggiare una birra diversa dal solito, un prodotto artigianale con un sapore deciso - non come le slavate birre commerciali.

Però quello che ho letto sull'etichetta mi ha fatto passare la voglia di comprare birra di questa marca - che non menzionerò per un senso di correttezza, comunque.

Si comincia maluccio con "ingredienti privi di OGM". Qui si gioca sulla paura popolare dovuta all'ignoranza; fino ad ora non ci sono prove che i "cibi OGM" siano più pericolosi per la salute di quelli comuni. I divieti in vigore in Italia ed EU sono dovuti ad una applicazione estremistica del principio di precauzione piu che ad alcun rischio reale.

Dopo arriva lo "zucchero grezzo di canna da commercio equo e solidale". Cosa ci sta a fare lo zucchero nella birra? Il buon vecchio malto d'orzo non basta? Ma comunque, se zucchero serve nella fase di fermentazione, non si può usare lo zucchero italiano? Succo di barbabietola non raffinato, se uno vuole essere ecologico. Invece no, bisogna per forza aiutare gente come i produttori indonesiani di canna da zucchero - che per quanto ho visto di persona in genere se ne sbattono dell'ambiente e puntano prima di tutto a mettere insieme il desinare colla cena. Se poi il commercio equo e solidale li aiuta davvero, il che non è sicuro.

Ma la perla nera arriva nella nota a piè di etichetta: dell'orzo dice "da filiera italiana moralmente controllata". Una di quelle tipiche frasi che mi fanno surriscaldare il cervello a tentare di capire cosa significhi (un po' come "L'Italia è una repubblica fondata sul lavoro"). Si parla della moralità dei produttori? Chi è moralmente accettabile; un produttore d'orzo che non usa immigrati irregolari? Una cooperativa no-profit? Chi ha votato Berlusconi si può infilare l'orzo dove non splende, mentre chi ha votato Bertinotti avrà un contratto assicurato? Insomma, questo "controllo morale" della filiera è una strada per il Paese dell'Assurdo.

Alla fine, ciè che questa birreria produce è birra aromatizzata con ampie dosi di ideologia sinistrata. E quello è un sapore che proprio non sopporto in cibi e bevande.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page