The Second Version

28/03/10

Scene di Un Giorno Normale

In questi giorni sono passato dalle parti di una scuola elementare a Parma all'ora di uscita dalle lezioni, ed ho visto scene degne dell'evacuazione dei civili da una zona di guerra, o delle vittime di un disastro naturale.

Strada transennata nel tratto davanti alla scuola, con tanto di pensionato dell'AUSER in pettorina arancione a sorvegliare il blocco. Macchine parcheggiate su ogni centimetro libero di strada e marciapiede, spesso in doppia fila.

Torme di genitori assiepati a pochi metri dalla porta come fans davanti all'albergo di Robbie Williams, pronti a prendere i propri pargoli sotto le loro ali protettive e rapidamente trasferirli alla macchina citata prima - probabilmente prima che arrivi un pedofilo a ghermirli.

E così un povero tecnico manutentore si trova a dover fare una tediosa deviazione per evitare quel marasma.

<---->

Utonti, di nuovo. Fra le tante caratteristiche dell'utonto c'è quella di non avere alcuna cognizione delle necessità di raffreddamento dei dispositivi che usa. Così, ho visto diverse stampanti laser di rete con le griglie di ventilazione ostruite da fogli attaccati lì per comodità, o da faldoni impilati di fianco. In un caso, per il surriscaldamento tanto toner s'era incrostato davanti al rullo fusore che l'ho dovuto raschiare col cacciavite; in un altro la scheda madre della stampante era così calda da mandare tutta la macchina in protezione termica. Almeno questa ultima chiamata si è risolta con poca fatica.

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page