The Second Version

07/07/11

Tattica, Non Etica

Un paiodi giorni fa, tramite una serie di link, ho trovato sul blog di DAW un commento, del quale riporto un breve stralcio:
[...]Se ci fossero i loro figli di fronte cosa farebbero? Armati di bottiglie di ammoniaca mentre loro hanno scudi, caschi, manganelli e armi e blindati. Ti sembra logico?[...]
A parte l'appello sentimentalista del "i loro figli"*, c'è qualcosa che mi ha colpito, qualcosa che secondo me è alla base del ragionamento del commentatore, ma senza che lui nemmeno se ne accorga.

Alla base di tutto c'è un'assunzione che io chiamerò Assunzione Zero:

A0: C'è uno stato di conflitto violento fra forze dell'ordine e manifestanti. I due gruppi sono nemici, ed è accettato che usino la violenza l'uno contro l'altro.

Potrebbe sembrare una semplice constatazione dell'ovvio, ma non credo che sia così. Per quanto ci siano poliziotti violenti ed eccessi nell'uso della forza**, nella stragrande maggioranza dei casi la polizia usa la forza soltanto quando i manifestanti fanno qualcosa che gli era stato proibito.

Nel caso specifico della Val di Susa, i teppisti hanno provato ad entrare dove gli era stato reso chiaro che non potevano entrare.

D'altra parte, ai manifestanti del corteo pacifico che io sappia non è stato torto un capello. In barba a chi vede agenti provocatori ovunque.

C'è un'altro aspetto della forma mentis del commentatore. Il suo ragionamento si riduce a qualcosa di questo tipo:

- La fazione A ha a disposizione corazze più resistenti ed armi più efficaci della fazione B

QUINDI

1 - La fazione B è vittima

2 - La fazione B è giustificata nell'impiego di armi che riducano la disparità

Ora, l'affermazione (1) è un frutto della putrefazione intellettuale dell'ultimo secolo e quindi non merita discussione, eccetto le sagge parole di Second Version: "Se attacchi un nemico più forte e poi prendi una massa di legante te le sei meritate".

Ma la (2) invece è vecchia quanto la guerra stessa***; è la stessa logica che ha portato a costruire carri armati per resistere al fuoco delle mitragliatrici, e più tardi a costruire le munizioni all'uranio impoverito per perforare le corazze dei carri moderni. Oppure, all'uso di carburanti gelificati contro i fanti in trincea, ed a tante altre amenità.

E' pura tattica, spietato pragmatismo che non tiene conto né di etica né di morale ma solo dei risultati.

Quindi, chi fa questi discorsi non ha nessun diritto di porsi come moralmente superiore.

Per finire, vorrei spendere qualche parola sulle differenze fra lacrimogeni ed ammoniaca (che non so se sia stata davvero usata dai teppisti ocntro la polizia, eh).

Se non erro in Italia le forze dell'ordine usano granate lacrimogene al CS, che è una sostanza chimica studiata per produrre una forte irritazione di occhi e prime vie respiratorie ma senza provocare danni gravi. Secondo le ricerche di laboratorio ed osservazione degli effetti sul campo del CS, danni più gravi (come ustioni chimiche) si possono verificare in caso di esposizione prolungata, oppure se le persone esposte al CS soffrono di asma+ ed altre patologie respiratorie, sono in cattiva salute generale o sotto l'effetto di alcol o droghe. In questi casi si può anche arrivare alla morte per cessazione della respirazione.

L'ammoniaca invece è una base abbastanza forte in soluzione acquosa. E da buona base forte idrolizza velocemente le proteine: in termini semplici, provoca facilmente ustioni chimiche alla pelle, agli occhi ed alle mucosa delle vie respiratorie.

Insomma, non stiamo parlando di acqua fresca.

*Ed a parte il solito stile tanto confuso che si fa fatica a capire cosa davvero l'autore voglia dire e le cadute nel complottismo del tipo "Hanno ordini precisi (che noi non conosciamo) ma state sicuri che hanno carta bianca perchè per rivoltare le frittate non ci vuole niente".

**Facile parlare di eccessi per chi non è li a prendere sassate e quant'altro.

***Ovvero, vecchia quanto l'umanità.

+Un asmatico che decide di andare a tirare sassate alla pula rientra nella categoria "pirla".

Etichette: , ,

2 Commenti:

  • Almeno il commentatore ha il coraggio di chiamarla una guerra, di solito hanno anche il coraggio di chiamarsi "pacifisti".

    Di Anonymous Wellington, Alle 7/7/11 20:06  

  • Magra consolazione però.

    Una polizia che veda le cose nello stesso modo dovrebbe usare proiettili di gomma contro i lanciatori di sassi, e quelli di piombo contro le bottiglie incendiarie.

    Di Blogger Fabio, Alle 8/7/11 06:48  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page