The Second Version

17/12/11

La Verità Al Dura*

Grazie a Wellington per aver fatto notare questo articolo su Liberali per Israele:
Doveva essere stato ucciso dai proiettili dei cattivissimi soldati israeliani, Mohammed Al Dura. E il suo caso contribuì non poco, dopo il reportage di France 2 quel 30 settembre 2000 a rinfocolare l'odio antisemita mai del tutto sopito nella Francia di Chirac.
Qualcuno (Karsenty) aveva già trovato aspetti perlomeno curiosi nel video: uno per tutti, quel giorno la linea di fuoco dei soldati israeliani era pressochè parallela al muro alle spalle del bambino e suo padre. Mentre i proiettili si vedono impattare con un angolo vicino ai 90 gradi: quelli non potevano essere proiettili israeliani.

Ora finalmente una corte francese - nel corso della battaglia legale ingaggiata da France 2 contro Karsenty - ha ordinato all'emittente di rilasciare il filmato integrale. Ed in questo si vede il giovane Mohammad che, dopo essere in teoria morto, si muove, apre gli occhi, guarda verso la telecamera eccetera.

Una delle migliori produzioni di Pallywood, ma comunque sempre una messinscena, una grande bugia che è campata per anni con la complicità dei media occidentali.

Apparentemente, questa è la risposta di France 2 tramite la sua portavoce:
Christine de la Vena, secondo la quale "questa storia è vecchia e tutti l’hanno ormai dimenticata tranne quest’uomo del processo e un paio di altri che rifiutano di arrendersi, solo in Francia può accadere che così poche persone causino guai così grandi". 
Di questi tempi, non serve nemmeno più lavorare per inventare bugie plausibili. No, si può pisciare in testa alla gente, dirgli che piove e sentirsi ringraziare perchè almeno così sanno che non ci sono scie chimiche.

*Eventuali lettori emiliani capiranno il gioco di parole.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page