The Second Version

21/05/12

La Magnifica PMI #1

Ora che sono all'estero con un lavoro e che i vari accordi di non divulgazione sono scaduti da tempo, posso finalmente togliermi qualche sassolino dalla scarpa.

Ci sono diverse esperienze nel mio periodo di lavoro per un PMI di Parma che mi hanno lasciato un senso di disagio per come le cose vengono fatte. E se la ditta mi ha gentilmente invitato a cercare fortuna altrove perche', senza usare eufemismi, ho fatto un cazzata o due di troppo, c'erano molti aspetti poco compatibili con me.

Oggi ve ne racconto un paio.

Uno dei prodotti della ditta sono soluzioni concentrate di soda caustica in acqua. Per il controllo qualita', la concentrazione della soda si misura con una semplice titolazione. La procedura prevede di prelevare un campione di volume noto di soluzione e quindi titolarla con HCl 1N (se ricordo bene).
Problema numero uno, nell'area produzione la temperatura varia dai 10 gradi d'inverno ai 30 d'estate. Le pipette sono calibrate per acqua a 20 gradi, per cui solo iddio sa quale sia il volume di soluzione effettivamente prelevato ogni volta. Una semplice soluzione e' quella di pesare il campione di soda prima della titolazione, ma questo non era ammesso.
Problema numero due, per fare una titolazione come si deve bisogna aggiungere il titolante molto lentamente vicino al punto d'equivalenza, e questo richiede un po' di tempo. Un giorno la capa del laboratorio era insoddisfatta del mio lavoro si e' messa lei alla buretta, ed ha versato l'acido a rubinetto tutto aperto. Titolazione fatta in due minuti, si, ma quanto si sia andati oltre il punto di equivalenza chi lo sa?

In un'altra occasione si e' presentata la necessita' di preparare una soluzione a conduttivita' molto bassa, ma nota. Io do fatto i miei calcoli e stabilito che per preparare un certo volume di soluzione era necessario un solo milligrammo cloruro di potassio. La seguente conversazione e' avvenuta:
Io: "Ci vuole un solo milligrammo di KCl per preparare la nostra soluzione. Per cui ho deciso per preparane una piu' concentrata, che dopo possiamo anche usare in produzione, e fare quella che ci serve adesso per diluizione."
Capa: "Ma come! Abbiamo una bilancia a tre cifre decimali, con quella puoi pesare un milligrammo, no?"
Io: (Bocca aperta)
Perche' se in teoria un solo milligrammo si puo' pesare con quella bilancia, non e' per nulla facile. Un milligrammo e' circa un granello di sabbia: maneggiarlo e' difficile e tedioso, per non parlare degli errori di misura quando si lavora ai limiti degli strumenti. Alla fine l'ho spuntata io, almeno.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



Link a questo post:

Crea un link

<< Home page